La giunta Moratti occupa abusivamente il Playground

Il giorno 26.04.2011 sono iniziati i lavori di costruzione della veranda del locale adiacente (volo2) al Playground. Lo sapevamo. E lo sapevano sopratutto le piante, che, ali alle radici, hanno pensato bene di migrare verso lo spazio adiacente, il futuro giardino Primo Moroni.

Quello che non ci aspettavamo era la beffa…

Alcuni giorni prima dell’inizio dei lavori il comune ha pensato bene di affiggere dei cartelli (1, 2, 3, 4,) che esplicano in maniera inequivocabile l’alto livello di considerazione e di rispetto che questa amministrazione ha per i luoghi di aggregazione e per il verde pubblico. In fin dei conti il Playground non è che l’ultima delle vittime della politica scellerata della giunta Moratti, prima di lui vittime ben più illustri sono state immolate sull’altare della speculazione, del profitto, e della paura indotta (basti ricordare la vetra, le colonne,  il bosco di gioia o la stecca)

Probabilmente per uno strano senso del pudore la stessa giunta ha provveduto a rimuovere i suddetti cartelli all’inizio dei lavori, ma la memoria di chi vedrà l’ennesimo scempio di una risorsa pubblica non svanirà così facilmente.

 

Naturalmente non possiamo non ringraziare LA comune di milano

Posted in erbacce, General | Comments Off

Non c’e’ pace sotto le paulonie

Un angolo di terra, dimenticato tra le case. Troppo piccolo per farci qualche cosa e per questo abbandonato e lasciato a sé stesso. Un non luogo. Tra via Torricelli e via Conchetta, via Troilo si chiama, come il più giovane dei figli che Priamo ebbe da Ecuba.

Dal 2009 un gruppo di agricoltori urbani armati di zappa e sogni da piantare lo “adottano” e lo fanno diventare un luogo aperto, da riscoprire, anche solo per leggere un libro sotto il sole. I ragazzi lo puliscono, lo seminano, lo concimano, ci si accapigliano anche, per decidere dove piantare i pomodori e dove lasciar crescere le piante spontanee. Continue reading

Posted in General | Comments Off

dalle stalle alle stelle!

Seguendo la profumata scia degli ultimi articoli, che sono tutti a tema fecale, torniamo sul pezzo ma con deciso ottimismo! I nostri amici di darsena pioniera hanno pensato di provare a contrastare in modo creativo la presenza di cacche di cane nelle nostre aiuole e parchetti preferiti attraverso un’azione di ingentilimento volta a trasformare la merda in fiori. In pratica hanno cosparso le cacchine con un trito di erbette aromatiche, in particolare camomilla, e le hanno poi ricoperte decorandole con larghe foglie, si direbbe di nespolo, ma potremmo sbagliarci. Questo è il risultato.

foto pacciamatura profumata

E qui potete vedere tutto il processo creativo!

Posted in concimi | 3 Comments

E’ arrivato un carico carico di…..

Merdaaa!

Alla faccia dei vicini noiosi e dei padroni dei cani cagoni, noi rispondiamo con lo stallatico di cavallo! Massi’ che non e’ nemmeno poi cosi’ tanta…

Susu, che c’e’ da seminare.

Posted in scarpa grossa | Comments Off

Con i piedi per terra

 

Ad un anno dalla prima piantumazione del playground, ripartono i lavori al playground! Non che negli scorsi mesi non si sia passati a spiare fra una foglia secca o sotto lo strato di neve cosa ne era dei bulbi e dei germogli, ma ora tutto risplende, i giuacinti sono in fiore e richiamano gli insetti rumorosi. Nello specifico domani arriva nuova terra e un po’ di stallatico per riempire le aiuole e costruirne delle altre.

Accorrete numerosi voi che volete sporcarvi le mani ed i piedi, saremo tutto il giorno in ballo.

 

Posted in scarpa grossa | Comments Off

Playground a fa la cosa giusta

 fa la cosa giusta

Ospitati dai lunedi’ sostenibili saremo a "Fa la cosa giusta" per parlare di giardini in citta’, ma soprattutto per capire come un fazzoletto di terra possa trasformarsi in una lente e avvantaggiarsi di tutte le sue proprieta': guardarci dentro e cambiare focale, accendere una miccia o costruire una camera ottica.

Per intenderci si parlera’ di semi, germogli, umarells, riuso e cacca :)

interverranno anche: Laboratorio di Ortoterapia dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze,
Metabolicity di Londra, Greeenways di Parma, Il giardino degli aromi di
Milano, Oltre il giardino di Bergamo, Transition Town di Monteveglio,
Guerrilla Gardening di Milano, Orti condivisi- Parco Trotter di Milano

 

Accorrete numerosi domenica 14 marzo alle 15, Fieramilanocity pad 2, viale Scarampo, Milano

Posted in concimi | Comments Off

nordica galanteria

Tempo fa, leggendo un vecchio numero dell’internazionale, mi è balzato agli occhi un interessante articolo sulla cultura e le usanze dei danesi che mi ha suggerito un simpatico stratagemma per provare a limitare il fenomeno dilagante della cacca di cane al playground.

L’idea è molto semplice: le cacche in mezzo a un prato, sopratutto a primavera, si mimetizzano piuttosto bene; se noi le rendiamo visibili faremo un grosso favore ai frequentatori del giardino, che potranno addentrarsi senza l’angoscia di calpestarne una ogni metro; ma ci piace pensare che mettendole in risalto anche i possessori di canidi provino la giusta dose di vergogna per lo scarso rispetto che dimostrano non pulendo le deiezioni dei loro amichetti a 4 zampe. Continue reading

Posted in scarpa grossa | 1 Comment

Il playground ai lunedi’ sostenibili

http://www.lunedisostenibili.org/

Stasera alle 21 saremo all’incontro mensile dei lunedi’ sostenibili, in via stelvio 52.

Venite a trovarci, si parlera’ di giardini urbani e rete

 

 

Posted in concimi | Comments Off

Il giardino autunnale

autunno 2009

L’abero centrale e’ tutto venuto giu’, c’e’ un magnifico strato di foglie gialle e camminarci sopra fa una strana sensazione, sono ancora soffici e non si sono mica ammuffite come quelle che restano ai margini della strada sull’alsfalto, su cui in genere la gente ha paura di scivolare. Un’altra di quelle piaghe sociali insomma, che se guardata dritta negli occhi non spaventa nessuno. Continue reading

Posted in erbacce | 3 Comments

Just stop it, keep it Miyashita park

Le nostre amichette Serpiche sono a Tokyo e ci hanno segnalato questo video, una delle proteste collegate al G8 in Giappone  per la difesa del parco Miyashita, un piccolo parchetto che la citta’ ha deciso di vendere alla Nike (no non e’ un’fake o un’opera d’arte), per ripulirlo e renderlo il sogno bagnato dei suoi esperti di marketing, in cerca di un po’ di senso e di un ancoraggio al reale.

Il parco era curato da un gruppo di homelss che lo ripulivano dalle lattine e dai giornali, con il decoroso senso zen tipico dei giapponesi. Ma dal primo settembre la nike ha acquisito la proprieta’ del parco andando a "ripulire" l’area dalla presenza di chi l’ha realmente animato e vissuto in questi anni.

Stop them now, keep it Miyashita park!

Qui altri video 1 2

 

Posted in cervello fino | Comments Off